Prosegue il nostro tour tra i castelli valdostani: oggi facciamo tappa a Bard per visitare il suo Forte.

Situato in una posizione decisamente strategica, passaggio obbligato per chi voleva transitare in Valle d’Aosta, la rocca di Bard dovette essere fortificata fin dall’epoca preromana. Nel corso della storia passò sotto il dominio sabaudo,  fu luogo di diverse battaglie, tra cui quella tra l’esercito di Napoleone e quello austro-piemontese, fino a che Napoleone lo fece radere al suolo.

Nel 1827, timoroso di una nuova aggressione francese, Carlo Felice promosse il rifacimento del Forte:  i lavori si protrassero dal 1830 al 1838. La nuova costruzione era costruita da tre corpi disposti su diversi livelli: partedo dal basso si distinguono: l’Opera Ferdinando, l’Opera Vittorio e l’Opera Carlo Alberto.  Alla fine dell’800 il Forte si avvia al declino e viene dapprima utilizzato come bagno penale ed in seguito come deposito di armi.

Oggi il Forte ospita il Museo delle Alpi, un museo interattivo che permette di vivere un’esperienza unica nel suo genere, Le Alpi dei Ragazzi, un percorso interattivo dedicato ai più giovani in cui ci si può anche cimentare in un’ascensione virtuale al Monte Bianco. Periodicamente vengno ospitate anche mostre temporanee e il Forte è anche sede di diversi workshop.

forte di bard

Annunci