Il territorio valdostano ospita numerosi castelli: alcuni sono fortezze, costruite in punti strategici per rifugiarsi in tempo di guerra, altri vere e proprie residenze.

“Lo scacchiere delle fortificazioni”  è la testimonianza di una storia feudale particolarmente ricca e di una continuità storica  suggestiva.  baluardi militari e dimore di signori, punti di controllo lungo passaggi obbligati.

Iniziamo il nostro viaggio tra i castelli con la fortezza di Verres, che domina l’inizio della Val d’Ayas.

Castello di Verres

Completato nel 1390, come testimoniato da un’iscrizione in caratteri gotici, la fortezza nel corso dei secoli passò sotto il controllo dei Savoia prima di ritornare alla famiglia Challant che lo fece costruire.

Il carattere militare della struttura è confermato dalla sua architettura: un monoblocco cubico di 30 metri di lato sulla rocca che domina Verres.  Gli interni sono dominati dalla grande scalinata in pietra su archi rampanti:  il piano terreno è occupato da due grandi saloni simmetrici, mentre al primo piano si trovano i locali destinati ai signori, tra cui una grande sala da pranzo con tre camini di cui uno di dimensioni ragguardevoli.

Ogni anno il castello torna a vivere durante il Carnevale Storico di Verrès: una settimana di festeggiamenti in cui va in scena la rappresentazione dell’epopea di Caterina di Challant.

Castello Verres Scalone

Annunci